Che cosa sono i Registri Akashici?

di Linda Howe

Scoprire il percorso della propria anima è un’aspirazione che è meglio esplorare attraverso una qualche risorsa spirituale. Mi piace pensare ai Registri Akashici come al tessuto connettivo energetico che collega l’anima alla Fonte.

E opportuno utilizzare la Preghiera, perché essa è armoniosamente convergente con questo obiettivo. La Preghiera vi porta nel Cuore del regno Akashico. Quando inizierete a intravedere il percorso della vostra anima, la Preghiera favorirà la vostra capacità di identificare e accogliere il vostro viaggio, amplificando e accelerando l’espansione della vostra consapevolezza.

I Registri Akashici sono una dimensione della coscienza, sul piano dell’anima, che funge da archivio vibrazionale per ogni anima e il suo viaggio qui sulla Terra. Ogni serie di Registri ha due componenti principali: una è permanente, l’altra si evolve. La parte permanente è il progetto dell’anima, il calco essenziale ed eterno dell’anima, che è l’ideale Divino per quel determinato individuo.

C’è poi la parte in evoluzione, l’indice delle vite vissute sulla Terra, attraverso le quali una persona diventa consapevole dell’identità della propria anima, risveglia il proprio Sé più Profondo (la parte totalmente consapevole della propria origine Divina) e impara a vivere in linea con la propria natura, esprimendo questa verità. Sono necessarie moltissime incarnazioni per raggiungere un tale livello di comprensione, per riconoscere la bontà in ogni circostanza e in ogni persona.

Esistono innumerevoli dimensioni della coscienza, tra cui lo stato onirico, il regno della memoria, e il territorio dell’anima, e tutte intrinseche al nostro essere. I nostri Registri sono un elemento naturale e nascosto della nostra costituzione, come altri aspetti invisibili, quali la nostra personalità.

Poiché tutti abbiamo un’anima, ci è data facoltà di cercare un legame più consapevole con questo regno interiore. È abbastanza comune, per chi comincia a lavorare con i Registri, manifestare una certa sorpresa nel constatare che i Registri danno una sensazione di familiarità, nonché provare la sensazione di avere già incontrato tale dimensione in precedenza. È naturale!

Tutto ciò è, infatti, una vostra parte naturale, che esiste all’interno e allo stesso tempo oltre la vostra identità conosciuta. Detto in parole povere, state coltivando un modo per conoscere la vostra anima, deliberatamente e in modo diretto. Ricordate, è vostro diritto di nascita, specialmente in questo momento storico, quello di essere svegli, consapevoli, in linea con la vostra natura, e attivi nell’esprimere il vostro Sé più Profondo.

Akasha: principi, possibilità e questioni principali

Akasha è una termine sanscrito che significa “sostanza primaria” e che identifica l’ingrediente invisibile che compone i Registri. Akasha è la presenza della vita stessa, prima che la influenziamo con pensieri e sensazioni; è il materiale grezzo della forza vitale, caratterizzato da qualità essenziali come vitalità, apertura, espansione ed espressione.

Tre principi, o Assoluti, governano questo regno Akashico: non giudicare, non temere, non resistere. I tre principi cooperano per assicurare che lo spirito dei Registri rimanga compassionevole, rispettoso e dignitoso. L’atmosfera dell’Akasha è straordinariamente accogliente e inclusiva, e costituisce un santuario per i molti esseri umani in esso attivi.

Riconoscibile come uno spazio all’interno del quale esseri umani perfettamente imperfetti sono conosciuti nella loro completezza e totalmente apprezzati, l’Akasha è il regno ideale per la riflessione personale. La sua cultura gentile e rispettosa ci induce ad ammettere la nostra fragilità e inadeguatezza, i nostri errori, perché condanna e derisione non sono presenti in questa dimensione. In quanto zona di convergenza di saggezza universale, compassione ed energia, i Registri Akashici sono logicamente utilizzati come una risorsa spirituale per la crescita e la comprensione del proprio potere personale.

All’interno dei Registri, sono contenute tutte le possibilità passate, presenti e future; esse sono accessibili attraverso il presente, quando se ne ha bisogno, per accelerare il processo di risveglio. La prospettiva di incontrare tutto ciò che abbiamo vissuto nel corso delle nostre incarnazioni precedenti, insieme alle infinite possibilità immaginate per il futuro e a complesse probabilità per la nostra vita attuale, può sembrare troppo per la nostra mente mortale.

Ciò di cui abbiamo bisogno viene a noi attraverso il momento presente. In realtà, ciò che ci induce al contatto diretto con questa sfera multidimensionale, sono le nostre sfide attuali, specialmente le questioni che riguardano salute, relazioni, lavoro, denaro, creatività e famiglia. Ma anche se i Registri contengono tutto, non tutto è sempre disponibile al nostro accesso. Questo per una serie di buone ragioni.

Siamo invitati a utilizzare i Registri come risorsa spirituale per esprimere la nostra verità nella vita di ogni giorno. Ciò che è utile per noi ora, è ciò che possiamo riconoscere, identificare, implementare in questo particolare punto della nostra esperienza umana. Come esseri umani finiti, non possiamo implementare tutto. Non c’è alcuna ragione valida perché mi sia dato tutto ciò che non capisco o di cui non ho bisogno. Sarebbe sprecato. L’idea che regola l’accesso ai Registri è che ciò che è disponibile a un determinato individuo, è quello che è a lui personalmente utile.

Un’altra considerazione, di importanza immensa, è quella del mistero della vita. C’è una grande opportunità, per gli esseri umani, quando non si conosce tutto. È una condizione ideale per coltivare fede e fiducia nella vita, e per avere un’esperienza umana a tutto tondo, che comprenda la sorpresa e l’intera gamma dell’inaspettato.

I Registri sono disponibili, per noi creature finite, in modo che possiamo coltivare la nostra consapevolezza della luce infinita, che esiste sempre, indipendentemente dalla condizione in cui ci troviamo. Non hanno la funzione di fornirci informazioni veloci per gestire i nostri affari o per evitare abilmente le lezioni essenziali e le esperienze di crescita che la vita ci offre. Ciò che è sempre disponibile, è precisamente ciò di cui abbiamo bisogno per compiere il passo successivo nel nostro viaggio personale. Il nostro prossimo passo – una nuova intuizione o una nuova azione – è alla nostra portata in ogni istante.

Le preoccupazioni primarie dei Registri sono:
– chi siete
– chi sapete di essere
– chi state diventando.

L’esplorazione dei Registri raggiunge la massima utilità, quando si concentra sulla pulizia dei blocchi al vostro benessere e sul miglioramento della vostra struttura interiore, in modo che la luce perfetta della vostra anima possa diffondersi senza ostacoli.

Per accedere ai Registri non sono necessarie abilità psichiche, e il vostro successo in quell’area non è indicativo della vostra maturità spirituale. Il vostro intuito è contenuto nei Registri e si svilupperà seguendo un proprio ritmo, senza bisogno di pressioni. Questo è uno spazio, esistente sia all’interno sia oltre il vostro sé personale, che vi permette di esaminare le vostre motivazioni, le vostre azioni e le conseguenze che ne derivano, alla benevola luce della vostra anima; è quest’ultima a guidarvi verso l’allineamento con l’ideale Divino di ciò che siete, in modo che possiate agire in armonia con esso.

Tratto da: “I Registri Akashici” di Linda Howe – a cura de Il Giardino dei Libri

Fonte: www.ilgiardinodeilibri.it

tratto da: fisica quantistica 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...