Da Londra una lezione di civiltà: la banca fallisce? Il manager va in galera.

bankers_arrest-the-bankers-400x240È entrata in vigore, in Gran Bretagna, la legge che prevede il carcere per i banchieri che provocano il fallimentodelle loro società con comportamenti scorretti. Fortemente voluta dal Cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, la nuova legge vuole dimostrare che «il governo ha appreso la lezione del passato».

PER IL FALLIMENTO DELLA BANCA, MAXIMULTA A CARCERE FINO A 7 ANNI

La legge, che riguarda i top manager di istituti di credito e banche di investimento, punisce tutte quelle condotte, come la sbagliata gestione del rischio, che anche “solo” per negligenza portano a perdite mettendo a rischio l’impresa e, soprattutto, i suoi clienti. Per i casi più gravi sono previste una pena fino a sette anni di carcere e multe senza limiti che potranno essere attinte anche dai bonus e dagli stipendi.

OSBORNE: «GIUSTO IL CARCERE PER IL TOP MANAGER COLPEVOLE»

Il conservatore Osborne ha parlato della nuova legge come dell’«ultima pietra miliare nel mio piano per garantire che il sistema delle banche britannico operi ai più alti standard possibili». «È assolutamente corretto che un senior manager che con le sue azioni provoca il fallimento della sua banca affronti il carcere», ha rivendicato il Cancelliere dello Scacchiere, che ormai tempo fa paragonò i manager che provocano il fallimento di una banca ai ladri. «È sbagliato che le persone che rubano in un negozio siano messe in galera e che ai cattivi banchieri, invece, non sia chiesto di pagare il conto», disse il Cancelliere, lanciando la campagna che poi avrebbe portato all’approvazione della legge.

Fonte: stopeuro

Annunci

3 pensieri su “Da Londra una lezione di civiltà: la banca fallisce? Il manager va in galera.

  1. Penso che tutti debbano essere responsabili delle proprie azioni e maggiormente quando ricoprono un ruolo pubblico : perchè dovrebbero tutelare i diritti di chi crede ancora negli Istituti finanziari / bancari. Mio padre era un alto dirigente della Banca d’Italia mi ha insegnato che l’etica non è comprabile ….. e che la carica di Governatore comporta doveri sacri verso il popolo.
    Creiamo una Banca Sovrana Popolare con la partecipazione di tutti, tutelati e garantiti con la moneta popolare collaterale / digitale, potremo così essere liberi di riprenderci la Sovranità Popolare. Sono a disposizione per fare in perfetta sinergia questo ” Paradigma Italiano Digitale ” per inserirci in una nuova economia innovativa e ridare lavoro e speranza al territorio.
    e-mail:paradigmaitaliano@gmail.com cell. 0039-3776900293

    Mi piace

  2. Pingback: Da Londra una lezione di civiltà: la banca fallisce? Il manager va in galera. – giobarblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...