Come è possibile che le tasse siano AUMENTATE enormemente nonostante i servizi al cittadino siano stati TAGLIATI ???

16387046_575269679310238_4296932546027056220_nAppare una domanda banale, scontata, ma non c’è un – 1 – giornalista che la ponga, che offra spiegazioni, che affronti la questione con qualche politico.

Apparentemente è un controsenso. Tagliando la spesa pubblica per sanità, istruzione, forze dell’ordine (ma non le armi da guerra) i fondi ai Comuni, le manutenzioni, si sarebbe dovuto concretizzare un risparmio e dunque una riduzione delle tasse, che invece al contrario, sono aumentate fortemente ed esponenzialmente. Man mano che aumenta il debito pubblico, ormai inestinguibile, aumentano gli interessi dovuti. Ed il trend è inevitabilmente quello di un esponenziale aumento del debito.

Il motivo è molto semplice: è aumentato l’ammontare di denaro che ogni anno finisce nei forzieri delle banche, soldi che vengono sottratti all’economia reale – quella delle famiglie, delle piccole e medie imprese, artigiani, commercianti, liberi professionisti – soldi che vengono sempre più accentrati nelle mani di poche banche d’affari e gruppi multinazionali da queste controllati, che investono quei soldi per aumentare sempre più i profitti. E si calcola che entro poche decine di anno il patrimonio degli attuali super ricchi potrà superare i 1000 miliardi di dollari di possedimenti.

Ricchezze degne del PIL di una nazione sviluppata, o quelli di una dozzina abbondante di paesi poveri.

Mi vengono a mente le parole dell’avvocato Marra: “povertà è quando gli scaffali dei supermercati sono vuoti, ma qui gli scaffali sono pieni, solo che la gente non ha soldi per comprare“.

I soldi sono sempre più accentrati nelle mani di pochi, persone e gruppi che hanno acquisito un potere e un’influenza tali da piegare ai loro interessi governi e istituzioni. Poteri forti che tramite il controllo dei media e della propaganda possono decidere quale politico deve “salire” nell’indice di gradimento, e quali invece devono essere screditati.
Ma attenzione: anche quando i media criticano un politico sanno bene che una parte dell’opinione pubblica si schiererà comunque dalla sua parte. Infatti quando non devi avere risalto, ti censurano, non ti danno nessuno spazio.
Dove sta andando questa società? E’ necessario un cambiamento profondo, ma non a livello governativo quanto a livello umano. Una società come quella di oggi non può che generare dei mostri. L’umanità ha perduto ogni etica sull’altare dei profitti e del potere. La gente è sempre più rabbiosa, frustrata, e spesso si sfoga prendendosela con i più deboli – orientati dalla propaganda – e mai con i potenti.

Tratto da: veritànwo

Annunci

5 pensieri su “Come è possibile che le tasse siano AUMENTATE enormemente nonostante i servizi al cittadino siano stati TAGLIATI ???

  1. Nel ’72 l’IVA fu introdotta al 12%, si andava in farmacia senza portafogli, esami e visite mediche erano gratis, le Poste funzionavano quasi decentemente così come le scuole dell’obbligo. Però su un discorso a così ampio raggio è facile tralasciare elementi importanti e arrivare a conclusioni semplicistiche.
    Prendo allora in considerazione un singolo settore: la raccolta dei rifiuti urbani.
    Quando si iniziò ad introdurre la raccolta differenziata per vetro e carta tra la fine degli anni ’70 e i primi anni ’80 si parlava di riduzione dei costi: i rifiuti riciclabili sono una fonte di guadagno mentre i rimanenti rifiuti non riciclabili sono un buon combustibile utilizzabile per generare energia, una volta che la frazione umida viene sottratta mediante la differenziazione delle parti biodegradabili.
    Ricordo che gli oratori riuscivano ad autofinanziarsi semplicemente raccogliendo qualche tonnellata di carta all’anno, la si vendeva alle cartiere per 70 lire al chilo.
    E allora, perché negli ultimi anni, in particolare nei comuni del Nord Italia che riciclano la maggior parte dei rifiuti, la relativa tassa continua ad aumentare? Dalle mie parti in circa 10 anni siamo passati dal 50% al 90% di riciclo, e la tassa è raddoppiata. Dovrebbero essere loro a pagarci: dove vanno a finire tutti questi soldi? E’ palese che qualcuno se li intasca felice e contento, alla nostra faccia.
    Altri si stanno svegliando… e non separano più l’immondizia: buttano tutto nei cestini o sul ciglio della strada.

    Mi piace

    • Roberto bella la tua riflessione sui rifiuti aggiungerei non ti sembra assurdo che paghiamo per portarcela a casa quell’immondizia poi paghiamo per buttarla mentre le aziende speculano pure sugli imballi .Tra l’altro gli imballi sono composti da piu’ strati e materiali , carta plastica alluminio ferro tutto nella stessa confezione, mi trovo spesso a scollare carta da plastica per eseguire un corretto smaltimento . credo che questo sia solo un altro modo assurdo di tenerci occupati . BellaGente non cercano profitti sono proprietari della moneta cercano solo di inquinarci , di occupare il nostro tempo , ci fanno svolgere mansioni inutili spesso deleterie per noi e il nostro pianeta , ci affannano con futilita’ ci ammorbano con infinite leggi , ci avvelenano , tengo a precisare pure sullo zucchero e sul 85% dei prodotti presenti in un supermercato dovrebbero mettere quelle esaustive immagini presenti sul tabacco , ci educano fin da piccoli ad accettare e favorire un sistema auto distruttivo .

      Mi piace

  2. Se la gente è frustrata o arrabbiata è perchè ignora che il denaro viene creato dal nulla dalle banche private o forse perchè essendo cosi’ semplice non ci crede.Pertanto qualunque presunto debito è tale finchè ci si crede.Va anche ricordato che pure le privatizzazioni di aziende italiane sono conseguenza della
    truffa e che il presunto debito non solo è matematicamente inestinguibile ma sarebbe destinato ad aumentare.Diciamo che il Belpaese è stato colonizzato con una guerra economica.Se vogliamo riprenderci
    la sovranita’ basta creare moneta elettronica nostra,pagare con quella i presunti debiti e certamente sequestrare le aziende privatizzate riprendendocele a cominciare dalla Banca d’Italia.Occorre ricordare
    che,dopo la seconda guerra mondiale,gli italiani che si erano insediati nelle colonie d’Africa furono costretti
    a lasciarle e fu sequestrata loro ogni cosa.Come dire,la storia dovrebbe
    insegnare.

    Mi piace

    • Concordo, ma ci si deve informare e tenere a mente, che vi sono dei sistemi di registro dei valori e dei regolamenti per le transazioni a tutti i livelli, che assumono caratteri del tutto legittimi e fondamentali per mantenere ogni garanzia di rispetto del principio, ma che vengono manipolati costantemente e scientemente nella consapevolezza ai danni delle masse,
      da chi ne ha il potere o ne assume arbitrariamente la proprietà o la gestione – Vedi appunto la falsificazione della base monetaria e della successiva moneta scritturale, che pretende di confondere abusivamente un falso debito con l’unico vero creditore, ovvero le popolazioni tutte a partire dai principi della natività.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...