PERCHE’ I POTENTI DELLA TERRA STANNO COMPIENDO MISTERIOSI VIAGGI IN ANTARTIDE ED ARGENTINA?

Come mai, da qualche tempo, autorevoli esponenti dell’élite mondiale compiono misteriosi viaggi in zone peculiari come l’Antartide e l’Argentina?
Partendo dall’ultimo itinerario effettuato, lo scorso 9 novembre, dal Segretario di stato americano, John Kerry (in piena elezione presidenziale), che di fatto ha raggiunto l’Antartide per motivi collegati al riscaldamento globale (questa la versione ufficiale), ritornando a ritroso nel tempo, ci imbattiamo nell’improvvisa quanto anomala evacuazione per un malore, dalla medesima regione, dell’ex astronauta statunitense, Buzz Aldrin, che lo avrebbe colpito mentre era li’ per “divenire l’uomo più anziano del mondo a raggiungere il Polo Sud” (indossava, tra l’altro, una curiosa t-shirt con la scritta “Get Your Ass To Mars”, porta il tuo sedere su Marte, come chiaro riferimento alla prossima colonizzazione umana del pianeta rosso).
Per non parlare poi del viaggio effettuato in febbraio dal patriarca ortodosso Cirillo I, giunto al Polo Sud per visitare un avamposto russo e soddisfare la sua forte curiosità nel vedere i pinguini nel loro habitat, al quale ha fatto eco quello di Barack Obama recatosi a Bariloche, in Argentina (23 marzo 2016), per visitare di persona il presunto nascondiglio segreto utilizzato da Adolf Hitler (ma non era già morto a Berlino?) nel dopoguerra, costruito in una città notoriamente conosciuta come meta preferita di numerosi gerarchi nazisti scampati al processo di Norimberga dopo la II^ Guerra mondiale, città tra l’altro visitata in passato anche da altri presidenti a stelle e striscie come Eisenhower e Clinton.
Ma quali sarebbero i reali motivi che indurrebbero queste personalità ad effettuare questi viaggi misteriosi?
Secondo un “insider” che proviene da ambienti dell’intelligence, al secolo Corey Goode (già noto per aver divulgato notizie riguardo l’esistenza di un programma spaziale segreto degli USA), le motivazioni sarebbero legate ad un imminente annuncio riguardante la scoperta di rovine appartenute ad una antica civiltà aliena, tecnologicamente molto avanzata, vissuta nelle regioni polari in epoche remote.
I dati posseduti da Goode sono stati recentemente divulgati (6 dicembre 2016) dal ricercatore David Wilcock, all’interno di un programma tv intitolato “Cosmic Disclosure” (Gaia Tv) nel quale sono state divulgate interviste di grande interesse mediatico.
Quest’ultimo è altresì convinto che una rivelazione del genere catalizzerebbe l’attenzione pubblica ancor più di una qualsiasi catastrofe avvenuta in passato, compresa quella dell’attacco alle Torri Gemelle del 2001.
A detta di Wilcock, diverse motivazioni indurrebbero il “governo” a valutare la rivelazione di una scoperta così importante: una di queste sarebbe la necessità di distrarre il pubblico dalle recenti rivelazioni portate alla luce da Wikileaks, circa lo scandaloso coinvolgimento di funzionari e politici di alto livello, appartenenti alle amministrazioni Clinton e Obama, in oscuri traffici di pedofilia nonché la loro partecipazione a riti nei quali si effettuerebbero, ahimé, sacrifici umani.
In tutto questo, l’ex capo staff di Bill Clinton, John Podesta, ex consigliere di Obama e capo della campagna elettorale di Hillary Clinton nelle ultime elezioni presidenziali, rivestirebbe, come sembra, un ruolo di spicco.
Da qui la necessità, per evitare ulteriori scandali, di rivelare al mondo la scoperta dei resti alieni.
Voci insistenti darebbero questo annuncio per imminente, indicativamente entro il prossimo 20 gennaio 2017 (giorno dell’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente americano) da parte del presidente uscente, Barack Obama, consigliato in tal modo da John Podesta, per salvare il salvabile.
L’annuncio, combinato ad un rinnovato ottimismo economico che dovrebbe scaturire da nuovi impulsi ai mercati azionari e da nuovi provvedimenti utili a diminuire la disoccupazione negli USA, restituirebbe fiducia nel partito democratico americano ed eclisserebbe pericolosamente la nuova amministrazione Trump, attualmente considerata la più idonea a rendere nuovamente grande la nazione americana.
Tratto da: terrarealtime
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...