Tre Comete transiteranno molto vicino alla Terra, un evento che si verifica raramente

Nel corso dei prossimi due anni, tre comete transiteranno molto vicino alla Terra. Un evento raro che si verifica approssimativamente una volta ogni decennio.  Nail Samarasinha, Senior Scientist presso il Planetary Science Institute di Tucson (AZ), ha indetto la 4°P Coma Morphology Campaign, una campagna globale per l’osservazione dei tre corpi celesti che coinvolgerà sia gli astronomi professionisti che i dilettanti.

Risultati immagini per 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak, 45P/Honda-Mrkos-Pajdušáková, 46P/Wirtanen

Le prime due comete – spiega l’Agenzia Spaziale Italiana – si avvicineranno alla Terra nei primi mesi del 2017, mentre la terza raggiungerà il massimo picco di visibilità verso la fine del 2018. Esse sono 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak, la 45P/Honda-Mrkos-Pajdušáková, e la cometa 46P/Wirtanen e transiteranno vicino alla Terra a distanze che variano da 0,08 a 0,15 AU (Unità Astronomica).

“Più le comete attive si avvicineranno alla Terra e maggiore sarà la possibilità di osservare nel dettaglio le caratteristiche della chioma“, ha detto Samarasinha. “Tuttavia, dal momento che esse non possono essere monitorate continuamente dalla stessa posizione, una campagna internazionale permetterebbe una migliore copertura temporale, data attraverso le osservazioni quotidiane e costanti degli astronomi di tutto il mondo”. Il team della Coma Morfhology Campaign è alla ricerca di immagini relative alle polveri e ai gas rilasciati dalle comete con una buona definizione.

Risultati immagini per 45P/Honda-Mrkos-Pajdušáková
Cometa 45P/Honda-Mrkos-Pajdušáková
Risultati immagini per 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak,
cometa 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak

La prima, in ordine di tempo, è 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak. Si tratta di una cometa periodica scoperta nel 1858 da Horace Pamel Tuttle, riosservata successivamente da Michel Giacobini nel 1907 e da Lubor Kresak nel 1951. La seconda sarà la 45P/Honda-Mrkos-Pajdušáková un’altra cometa appartenente alla famiglia della Comete Gioviane cioè con un periodo di rivoluzione fortemente condizionato dall’attrazione del gigante gassoso.

Risultati immagini per 46P/Wirtanen
Cometa 46P/Wirtanen

La terza, visibile solo nel 2018, sarà 46P/Wirtanen, anch’essa appartenente al gruppo delle Comete Gioviane ed inizialmente designata come obbiettivo per la missione Rosetta. Si tratta di un oggetto caratterizzato da un’orbita molto caotica e continuamente perturbata dai passaggi ravvicinati a Giove. L’avvicinamento delle prime due è previsto per i primi mesi dell’anno prossimo mentre l’ultima arriverà nei nostri cieli nel 2018. Comunque tutte queste comete, provengono dalla Nube di Oort un serbatoio contenente appunto comete, asteroidi e altri detriti spaziali. Ovviamente qualcosa di grosso spinge questi oggetti verso la parte interna del sistema solare, altrimenti non ci sarebbe motivo per cui molte comete ( a volte tutte insieme) si dirigano verso la Terra.

Fonte: meteoweb

Tratto da: segnidalcielo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...