Il TPP è morto? Il Congresso assicura che NON sarà approvato sotto la presidenza Trump

4324naturalnews.com

Repubblicani e democratici possono concordare almeno su una cosa: l’elezione di Donald Trump rappresenta il colpo di grazia definitivo al Partenariato transpacifico (TPP).     

Il controverso accordo commerciale era già tenuto in vita artificialmente durante i mesi che hanno portato alle elezioni di novembre, con un’opposizione crescente da entrambi gli schieramenti politici e sempre più forte fra i repubblicani nel momento in cui la campagna elettorale di Trump ha acquisito slancio.
Dal Washington Post:

“Questo trattato non ha avuto un grande seguito fra i democratici del Congresso fin dall’inizio. Solo 28 dei 188 democratici alla Camera e 13 dei 44 al Senato lo hanno sostenuto concedendo a Obama l’autorità di negoziare e concludere un accordo lo scorso anno. E la crescita di Trump ha decimato il sostegno al libero mercato fra i repubblicani. Un ex rappresentante del commercio statunitense, il senatore Rob Portman dell’Ohio, durante la sua campagna per la rielezione di quest’anno ha affermato che si sarebbe opposto al TPP.”

Il senatore Schumer comunica alla centrale sindacale AFL-CIO che il trattato è morto

Il 10 novembre, il senatore Charles E. Schumer (D-N.Y.), che sarà probabilmente il nuovo leader della minoranza al senato, ha comunicato al consiglio esecutivo dell’AFL-CIO che il trattato non sarebbe stato ratificato dal Congresso, e le relazioni indicano che l’amministrazione Obama ha rinunciato ad affrontare la questione negli ultimi due mesi precedenti l’insediamento di Trump. Un assistente di Schumer ha confermato che il senatore ha riportato le dichiarazioni fatte dai leader repubblicani in merito al fallimento dell’accordo proposto.

Come lo stesso Presidente eletto Trump ha affermato a giugno:

“Non c’è modo di risolvere il TPP. Abbiamo bisogno di trattati commerciali bilaterali. Non abbiamo bisogno di entrare nell’ennesimo accordo internazionale di vasta portata che ci lega e ci vincola.”

Il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell avrebbe detto che non c’è alcuna possibilità che il trattato passi durante la parte rimanente del suo mandato, e che sarà Trump a decidere se siglare qualunque accordo dopo il suo insediamento. “Credo che il Presidente eletto abbia detto piuttosto chiaramente che non era a favore dell’accordo attuale,” ha detto.

Il portavoce della Camera Paul Ryan ha inoltre confermato che il trattato non ha sufficiente sostegno dal partito repubblicano per farlo approvare alla Camera.

La vittoria di Trump ha di fatto cancellato ogni speranza sul ruolo di Obama nel far passare il trattato che questi considerava cruciale per il rafforzamento dell’influenza statunitense in Asia e nel Pacifico e per lo stimolo dell’economia americana.

Il fallimento del TPP è una buona notizia per l’America

Tuttavia, l’opposizione al trattato è stata forte sin dall’inizio. I critici vedono il TTP come una minaccia a vari livelli – se fosse stato approvato, questo trattato sarebbe stato il più ampio accordo commerciale della storia con ripercussioni su 790 milioni di persone.
Il TPP avrebbe anche rappresentato il 40 per cento dell’economia mondiale, ma le sue disposizioni sono state formulate in segreto. Ciò che è chiaro, tuttavia, è che avrebbe favorito gli interessi delle grandi multinazionali e non quelli del popolo.

Ad esempio, Big Pharma avrebbe beneficiato di misure di tutela dei brevetti tali da assicurare alla aziende farmaceutiche la possibilità di ritardare l’introduzione delle versioni generiche dei loro prodotti.

Questo è solo uno dei tanti aspetti di un trattato che è stato elaborato da e per gli interessi delle multinazionali e di Wall Street .

Il TPP non favorisce il popolo americano – darebbe alle società multinazionali il potere di sfidare i regolamenti che possono intaccare i loro margini di profitto. Questo a discapito della salute e della sicurezza dei cittadini comuni – come pure del l’ambiente – e potrebbe portare alla rimozione delle protezioni contro le pratiche bancarie predatorie ed altre minacce al nostro benessere finanziario.

Il TPP era un trattato marcio fin dall’inizio e il suo fallimento rappresenta solo una delle vittorie per il popolo americano portate dall’elezione di Donald Trump come nostro prossimo presidente.

Daniel Barker

Fonte: www.naturalnews.com

16.11.-2016

FONTI

WashingtonPost.com

CNN.com

TruthDig.com

Fonte: traduzione per www.comedonchisciotteorg da EMANUELA LORENZI

Tratto da: sapereeundovere

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...