CLAMOROSO: GRANDE STAMPA TEDESCA ELOGIA I BENEFICI DEL BREXIT PER LA GRAN BRETAGNA (PREPARAZIONE DELLA FINE DI EURO-UE)

Non capita tutti i giorni che ad elogiare l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea sia il numero uno del più importante gruppo editoriale… tedesco. Invece, è esattamente quanto è accaduto e si può leggere oggi in prima pagina sul famoso Financial Times.

In un’intervista pubblicata oggi con grande rilievo dal Financial Times, Mathias Dopfner, amministratore delegato del gruppo editoriale tedesco Axel Springer, si e’ espresso in controtendenza rispetto ad altre voci sull’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, dichiarando che il paese potrebbe diventare “molto attraente” per gli investitori stranieri, in virtu’ del suo “orientamento al libero mercato” e di un “pragmatismo” che portera’ a “ragionevoli compromessi” nei negoziati con gli altri Stati.

L’amministartore delegato di Springer  si e’ detto convinto che a breve termine la Gran Bretagna potrebbe subire forse delle conseguenze negative sul piano finanziario – anche se finora nel dopo Brexit sta accadendo l’esatto contrario, con forte aumento dell’occupazione e Pil in altrettanta forte crescita –  ma che nel giro di tre-cinque anni potrebbe stare meglio dell’Europa continentale, e cioè della Germania e di tutti gli altri stati dell’eurozona.

Secondo la sua analisi, il Regno Unito si sta muovendo verso “un modello piu’ orientato al libero mercato mentre l’Europa un passo alla volta si sta trasformando in un’unione di trasferimento”, con i fondi incanalati dai paesi membri piu’ prosperi a quelli piu’ deboli, una situazione che potrebbe scoraggiare gli investimenti. L’accenno è tutt’altro che velato alla forte crisi italiana contrapposta ai fortissimi benefici derivati dall’euro e dalla gestione “tedesca” della Ue che la Germania gode.

Le dichiarazioni di Dopfner contrastano – ovviamente – con quelle di suoi connazionali ciecamente filo-Ue: pochi giorni fa, ad esempio, Eric Schweizer, presidente di Dihk, la Camera del commercio e dell’industria, ha previsto effetti economici “molto negativi” per la Gran Bretagna a causa della decisione di lasciare l’Ue. Peccato che però non sia accaduto e non stia accadendo.

Per quest’anno, comunque, anche Axel Springer, che trae dal mercato britannico il dodici per cento delle sue entrate, prevede un leggero contraccolpo: ha infatti corretto al ribasso la guidance. Per quanto riguarda il Regno Unito, Dopfner si aspetta fluttuazioni monetarie e turbolenze sul mercato immobiliare. In seguito, pero’, Londra potrebbe attuare una “salutare” politica dell’immigrazione “orientata ai talenti”, accogliendo e integrando “persone dalle quali trarre benefici invece di persone che beneficiano solo del welafare”.

L’intervista ha avuto subito una forte eco in Germania, dove già da questa mattina diversi telegiornali ne hanno dato conto all’opinione pubblica. In Italia, come al solito, tutto tace…

Fonte: ilnord

Un pensiero su “CLAMOROSO: GRANDE STAMPA TEDESCA ELOGIA I BENEFICI DEL BREXIT PER LA GRAN BRETAGNA (PREPARAZIONE DELLA FINE DI EURO-UE)

  1. Pingback: CLAMOROSO: GRANDE STAMPA TEDESCA ELOGIA I BENEFICI DEL BREXIT PER LA GRAN BRETAGNA (PREPARAZIONE DELLA FINE DI EURO-UE) – giobarblog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...