PERCHÈ A DUE PASSI DA MILANO CI SONO TRE PIRAMIDI COME A GIZA?

Sono state scoperte nel 2001 dall’architetto Vincenzo Di Gregorio grazie a un’ osservazione satellitare. Si trovano nella Val Curone, a circa 15 chilometri da Lecco e 40 da Milano in Lombardia e sono le cosiddette piramidi di Montevecchia, tre formazioni collinari con caratteristiche simili alle piramidi egizie della Piana di Giza.

piramidi-milano

Nella zona di Val Curone, tra Lecco e Milano, si trovano tre formazioni collinari dalle caratteristiche molto simili a quelle egiziane nella Piana di Giza.

Questa incredibile scoperta è stata realizzata dall’architetto italiano Vincenzo di Gregorio soltanto cinque anni fa.

Le piramidi di Montevecchia sono costituite da gradoni e raggiungono un’altezza che varia dai 40 ai 50 metri.

Per scorgerle non è semplice, perché sono ricoperte interamente da vegetazione tanto da farle confondere con le colline intorno.

Queste piramidi, di cui ancora non si è determinata l’epoca esatta di costruzione, sono state modellate artificialmente dall’uomo, realizzate grazie all’asportazione di centinaia di tonnellate di roccia.

Le piramidi risultano orientate perfettamente a est, con un’inclinazione di circa 44 gradi, e allineate alle tre stelle della cintura di Orione, ovvero Alnitak, Alnilam e Mintaka.

Dagli studi fatti da Di Gregorio emerge un aspetto interessante e cioè che queste piramidi italiane, pur non essendo uguali per dimensione, sono simili a quelle di Giza (Cheope, Chefren e Micerino) per disposizione e orientamento astronomico.

L’antica popolazione che le ha erette deve avere avuto sicuramente delle ottime conoscenze nel campo astronomico-matematico.

Sebbene ricoperte di vegetazione che le fanno somigliare a delle colline, non vi è alcun dubbio che esse siano piramidi realizzate artificialmente operando l’asportazione di centinaia di tonnellate di roccia.

La prima è quella a sud e sulla sommità c’è uno spiazzo con cipressi mentre la terza è ricoperta da querce. Quella al centro, detta Belvedere Cereda, secondo il ricercatore, era un sito astronomico utilizzato dai Celti ancor prima dell’arrivo dei Romani (500 a.C.).

La Belvedere Cereda sarebbe stata scelta dai Celti poiché il lato principale della piramide era già orientato a Est, ed era quindi ottimale per i loro studi. Al fine di utilizzare la collina come luogo di ricerche astronomiche, sulla cima della piramide è stata anche costruita una piana rettangolare su cui poi venne eretta una struttura con blocchi di granito.

montevecchia

Per confermare la sua ipotesi, Di Gregorio ha chiamato il professor Adriano Gaspani, archeo-astronomo e astrofisico di fama internazionale. A seguito delle indagini condotte (che sono riportate sul Blog dello stesso Vincenzo di Gregorio), l’errore di misurazione risultante dalle indagini era di 4 cm rispetto a una distanza di 5 km, utilizzata come fonte di riferimento.

Anche l’errore di elaborazione dei dati rispetto alla georeferenziazione delle tre piramidi è stato ritenuto incoraggiante: dopo 2400 rilevazioni di posizione, l’errore medio sulla misura delle distanze tra gli strumenti del professore e i satelliti è stato di soli 3,3 metri.

Queste misurazioni hanno portato i due ricercatori a una sola conclusione: le Piramidi di Montevecchia sono di origine artificiale. E non solo: probabilmente sono state utilizzate dai Celti come santuari e siti astronomici, al fine di determinare i cicli lunari, delle stagioni e le eclissi. Oltretutto queste informazioni erano essenziali anche per le attività agricole di queste popolazioni antiche.

 

Se contiamo che gli studi archeologici datano la presenza celtica nel Nord Italia attorno al VII secolo a.C. e il fatto che le prime forme di agricoltura siano comparse circa 11 mila anni fa, ciò significa che queste piramidi potrebbero essere antiche dai 3 ai 10 mila anni.

Nella zona sono state trovate le prime tracce di insediamento soltanto dopo il 4mila a.C.

Il mistero non riguarda soltanto la datazione archeologica di queste piramidi, ma anche il loro collegamento con diverse altre simili sparse nel mondo.

Dall’Egitto all’Africa, dal Sud America all’Oriente, la figura della piramide sembra essere parte fondamentale della Storia dell’umanità. Forse è soltanto una scelta architettonica dettata da esigenze di ‘funzionalità’, o forse queste piramidi avevano qualche altra funzione che a oggi non è ancora stata scoperta.

Tratto da: ilnavigatorecurioso

3 pensieri su “PERCHÈ A DUE PASSI DA MILANO CI SONO TRE PIRAMIDI COME A GIZA?

  1. INFO UFO DAL WEB:

    EXTRATERRESTRI, quali e tante verità
    Maurizio Murgia | 11 settembre 2016 | Attualità, Rilievo | 0 Comments

    ufotitolo

    Barack Obama e la Clinton a breve dovrebbero rilasciare delle dichiarazioni, relativamente all’esistenza di contatti con le forme di vita non terrestri, che sconvogeranno le nostre certezze, le credenze più profonde. Tutto quello che ci è stato insegnato e tramandato potrebbe vacillare sotto una realtà ben diversa, ma che comunque in cuor nostro ci libererà dai dubbi e le incertezze relative al chi siamo e da dove veniamo.

    Un po’ come per “Superman” caduto sulla terra con un’astronave, a quanto pare si parla di forme di vita che sono giunte sul nostro pianeta ed hanno insegnato a i nostri avi molte cose che effettivamente, nel contesto storico dell’epoca, sembra impossibile potessero realizzarsi. Da una parte, costruzioni come le Piramidi (per citare le più evidenti) o altre macchine da guerra sembrerebbe difficile possano aver avuto una manifestazione così evidente nel periodo ed evoluzione dei popoli.

    Anche se poi forse non c’è stata compatibilità con la nostra atmosfera, o con l’ambiente in genere, questi esseri sono tornati più volte nel corso della nostra storia a dare indirizzo ai conflitti, alle malattie. Tutto – per gli appassionati del genere – rientrerebbe in un disegno ben preciso. Lasciarci evolvere senza grandi interferenze, seguendo e colmando, ove possibile. Certo in nostro fare, il nostro andare verso l’autodistruzione sta portandoli ad una presenza più assidua. Forse c’è bisogno di un loro intervento per raddrizzare le catastrofi ambientali che stiamo causando. Serve qualcuno, che da buon maestro, ci faccia riequilibrare il tiro per ciò che realmente è importante nella nostra comunità. Tutte queste guerre, questi esiti nefasti tra popoli, per territori, risorse energetiche, tutto questo muovere le sorti del pianeta per la ricerca dell’arricchimento dei pochi, a discapito dei tanti, tutto questo squilibrio potrebbe essere colmato da esseri in grado di intervenire facendo finalmente capire quali siano le cose importanti per noi e i nostri figli.

    ufo01

    Magari arrivassero gli Extraterrestri e avessero buone intenzioni per favorire il benessere globale. Ma perché poi dovrebbe essere così? Chi ha detto che gli scopi non siano ancor più nefasti. Potrebbe invece trattarsi di perlustrazioni per un attacco finale. Un invasione non pacifica. Potrebbero essere mostri che fanno di noi il loro cibo. Potrebbero essere tante cose che poi forse non sono. Forse al momento ci stanno studiando perché siamo completamente diversi da loro, oppure sono proprio come noi, sono la nostra evoluzione.

    Si dice addirittura che Putin abbia avuto contatti molteplici e dallo scontro, sia passato ad un accordo per apprendere tecniche militari e di combattimento. Voci non confermate già parlano di uso di armi innovative, non convenzionali anche per combattere l’ISIS. (Mah!). Nella storia più recente, ma anche in episodi della storia antica, ci sono state nelle guerre, capovolgimenti di fronte, inaspettati e inspiegabili, con epiloghi, che non avevano un rapporto di forza, tanto evidente da poterne spiegare il risultato, che a volte hanno fatto pensare a interventi esterni al conflitto. Forse le stesse conclusioni delle guerre che hanno determinato l’attuale situazione politica geografica mondiale potrebbe aver avuto influenze non terrestri. (Oppure no). Sono chiacchiere, me ne rendo conto, che non hanno alcun valore ne prova. Se si gira su internet c’è gente riempe pagine e pagine, per spiegarci le loro verità. L’esistenza assidua e costante, l’evidenza degli episodi non spiegabili diversamente, insabbiamento da parte dei Governi di tali forme di vita.

    ufetti

    Gli avvistamenti potrebbero essere riflessi, sperimentazioni aeronautiche, esplosioni, oppure potrebbero realmente essere perlustratori, inviati, messi spaziali

    E se poi si manifestassero con un’ invasione non pacifica? Potrebbero essere mostri che fanno di noi il loro cibo. Potrebbero essere tante cose che poi forse non sono. Forse al momento ci stanno studiando perché siamo completamente diversi da loro, o sono proprio come noi, ma visto che arrivano da altrove sono la nostra evoluzione.

    Tutto mi sembra abbastanza tranquillo comunque. Se ci fossero pericoli sarebbe venuto alla luce da tempo. Invasioni, collaborazioni, mi sembrano frutto di fantasia. Nelle chiacchiere e articoli ci sono ricalcate tante storie di fantascienza già viste in TV. Che ci possano essere altre forme di vita nello spazio è fuori discussione, ma al momento – a meno che il Presidente Obama non ci dica diversamente – ciò non si è manifestato apertamente, o ci è stato nascosto. La famosa Area 51 potrebbe celare qualcosa di interessante. Forse una navicella aliena è caduta sul pianeta e gli occupanti sono stati recuperati (questa l’unico episodio al quale posso avvicinarmi a credere). Quindi sull’esistenza potrebbe anche essere citato questa primo contatto. L’idea dell’annuncio potrebbe coincidere con nuovi sbarchi. Forse ci siamo. (Oppure è solo una manovra mediatica).

    ufo2

    Si parla di presenze al momento del lancio dell’ultimo razzo USA, distrutto non da un errore progettuale, ma dagli alieni stessi per limitare lo sviluppo di progetti segreti contenuti nel razzo stesso. Lo SpaceX Falcon 9 si è disisntegrato ma ciò che è saltato all’occhio di molti è stata catturata dalla presenza di uno strano oggetto volante nei pressi del razzo. Drone o Ufo quindi. Gli ufologi non hanno dubbi a proposito.

    ———

    L’European Southern Observatory ha annunciato che esiste una seconda terra. Proxima Centauri, che ha caratteristiche del tutto similari al nostro pianeta. A soli 4 anni luce di distanza.

    proxima

    Ultimamente gli avvistamenti UFO si sono moltiplicati e sono saltate fuori parecchie dichiarazioni che confermerebbero l’esistenza degli alieni. supposizioni mai provate (ovviamente). Lo stato Americano ha anche rilasciato il “Project Blue Book” che ha indagato sugli UFO tra il 1947 e il 1969, che comprende 12.618 avvistamenti.

    ufo3

    La NASA, è stata accusata di aver intessuto rapporti con gli UFO. Attraverso la Stazione Spaziale Internazionale che è in orbita nello spazio. C’è un video che mostrerebbe un presunto incontro ravvicinato tra due astronauti della Stazione e alcuni Ufo, mentre questi si trovavano fuori dalla navicella per la consueta passeggiata nello spazio.

    Ma se esistono Comunità, Pianeti più evoluti di noi che possono viaggiare nello spazio, perché non si palesano? Perché noi con i nostri razzi spaziali ancora cerchiamo di viaggiare all’interno del nostro sistema solare. In quarant’anni di studio dello spazio abbiamo fatto si tante conoscenze, ma ci siamo spinti solo fino alla Luna e arrivati su Marte – con una sonda, e con altre esploriamo le profondità più lontane, che poi forse non lo sono poi tanto, se si può viaggiare con altri sistemi a noi sconosciuti.

    Per coloro che riescono a viaggiare nello spazio la Terra è il loro pianeta e li alieni siamo noi.

    Ma dove siete? – Se venite in pace siete i benvenuti, fosse la volta buona che sistemiamo le schifezze del nostro pianeta?

    http://www.laragnatelanews.it/attualita/extraterrestri-quali-e-tante-verita/16705.html

    Mi piace

  2. Pingback: PERCHÈ A DUE PASSI DA MILANO CI SONO TRE PIRAMIDI COME A GIZA? – giobarblog

  3. @Gentili & attenti LETTORI,

    parafrasando questo titolo potrei anch’ Io scrivere “PERCHE’ a Cividale del FRIULI=FORUM JULI ci SONO 3 PIRAMIDI come a GIZA !?”, lo scopritore di queste 3 collinette con una grande ENERGIA e da una rilevazione aerea disposte nella identica posizione=ORIONE di quelle egiziane è il “radioestesista” Valter MAESTRA di San DANIELE del FRIULI(UD);

    la Scienza Ufficiale nega questo ritrovamento in realtà esse SONO UGUALI salvo le dimensioni a quelle di VISSOCO scoperte recentemente in BOSNIA, di fatto gli studiosi di questa materia affermano che sul Pianeta TERRA c’ è una RETE di almeno 50.000 PIRAMIDI a gruppi di 3 anche sotto i mari & oceani a una distanza SEMPRE uguale tra di loro in modo da formare una GRIGLIA e Vi chiedo ENERGETICA !!!???

    MANDI
    SDEI/SERGIO

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...