La NASA afferma: “La società occidentale è prossima al collasso”.

collapse-of-society-900x350Uno studio finanziato dalla NASA sostiene che la civiltà occidentale è sull’orlo di un massiccio crollo sullo stile dell’impero romano a causa della “stratificazione economica della società tra Elites e masse”.

Le società nel corso della storia che hanno permesso il verificarsi di questa stratificazione a sono sempre state distrutte, rileva lo Studio.

“Due caratteristiche importanti sembrano apparire sulle società che sono crollate”, si legge nello studio. “Lo sfruttamento eccessivo ed erroneo delle risorse naturali e la stratificazione economica della società in Elites e masse”.

Nelle società disuguali, hanno detto i ricercatori, “il collasso è difficile da evitare ….Le  Elites crescono e consumano troppo, di conseguenza producono fame e povertà tra gente comune. Il che alla fine provoca il crollo della società “.

Mentre le risorse limitate stanno per esaurirsi e la bassa qualità della vita affligge la classe operaia, le élite, ignorano il problema, e “continuano a consumare in modo ineguale” e rendere la questione peggiore, dice lo studio.

Se questo modello suona familiare, è perché stiamo vivendo nell’era più diseguale della storia in termini di distribuzione della ricchezza. E gli Stati Uniti sono il più ricco – e la più diseguale – paese del mondo. Secondo lo studio formulato della NASA, un collasso è imminente.

“The Atlantic” riferisce che i ricercatori hanno utilizzato quella che hanno definito una formula dinamica umana e naturale, utile per raggiungere le loro conclusioni. La formula utilizza fattori quali i tassi di natalità, le risorse e le classi di reddito per creare un’equazione matematica che porti al risultato.

Lo studio è stato sponsorizzato dal Goddard Space Flight Center della NASA e diretto dal del National Science Foundation Safa Motesharrei.

Per coloro che pensano che la società moderna sia immune dai problemi che hanno portato giù antiche civiltà, una “breve panoramica dei crolli dimostra non solo l’ubiquità del fenomeno, ma anche d   la dimensione in cui società complesse e potenti sono suscettibili al crollo” lo studio ha detto.

Quindi, come possiamo salvare noi stessi? “Il collasso può essere evitato, e la popolazione può raggiungere uno stato stazionario di massima efficienza, se il tasso di sfruttamento della natura sarà ridotto ad un livello sostenibile, e se le risorse saranno equamente distribuite”, si legge nella relazione.
Di: Baxter Dmitri

Fonte: yournewswire

Traduzuibe di UnUnverso

15 pensieri su “La NASA afferma: “La società occidentale è prossima al collasso”.

  1. Il collasso prospettato dalla Nasa, non e’ nulla in confronto al collasso planetario che ci sara
    con il contatto manifesto alla luce del sole con altre civilta’ aliene! A riguardo, ci sara’ un collasso socio-politico, culturale,religioso,economico, scientifico e chi ne’ ha piu’ ne’ metta, quale mai si e’ verificato nella storia umana. Lo status-quo esistente finira’ nell’oblio della storia.La civilta’ terrestre, non potra reggere il confronto con delle civilta’ aliene piu’ avanti di migliaia di anni in tutti i sensi! Centro Ricerche######

    Mi piace

    • Centro Ricerche####

      Vabbé se alcuni anziché ostacolare il lavoro di Rolando Pellizza nella fabbricazione/uso della macchina di Ettore Majorana che annichilisce, trasforma e può anche traslare la materia, avessero invece cercato di inserirla nel processo delle attività umane, anche la civiltà umana non avrebbe niente da invidiare a quelle aliene, così a occhio e croce.

      Ma poi come vivono questi alieni, cosa mangiano, cosa fanno durante il giorno, come passano il tempo, gli piace la musica, vanno in bicicletta, fanno il bagno al mare e amano farsi asciugare dai raggi del sole, come sentimenti/amore come sono messi? Insomma cosa si intende per civiltà evolute, che ci raccontino un po la loro vita ecco.

      Il mio ideale di tecnologia sarebbe di potermi spostare sul pianeta per visitare luoghi lontani, come la muraglia cinese per esempio, o i luoghi dove cresce la tundra ecc. ecc., questo per quanto riguarda la tecnologia che considererei evoluta, poi considererei evoluta una società che non avesse necessità della burocrazia, quella burocrazia che vuole l’isee, il durc, l’unico e tutte quelle cavolate che ti fanno girare come una trottola tutto l’anno per gli uffici.

      Mi piace

    • Ma quando c sarà questo contatto con altre civiltà ?? Tu che sei in contatto con loro nn sai dirci niente ?? Citazioni del giorno : informazioni dettagliate nn cazzate viste su focus.. grazie.

      Mi piace

  2. @Laurama

    Le info su come vivono gli Et, ci sarebbero pure, ma sarebbe un problema logistico riportatle qui’! Ma il punto e’ un’ altro: dovremmo prendere il meglio di quello che hanno per adattarlo alla situazione terrestre. Non si tratta di copiare in toto il loro sistema di vita, sicuramente migliore di quello terrestre, e loro non sarebbero neanche concordi.Si tratta di cambiare la situazione da status quo esistente che non va bene per niente! Dobbiamo usare poi il contatto con altre civilta’ aliene, come una opportunita” unica nella storia per cambiare questo disastrato pianeta in mano a gente sbagliata!

    Mi piace

  3. @Loky

    E tutto nelle mani degli ET e delle civilta’ aliene! Anche se qui’ le stanno cercando di fatto, nel contempo fanno la politica del silenzio sugli ufo e presenze aliene! I poteri costiuiti terrestri, sanno benissimi che queste presenze ufo e alieni ci sono ,sulla Terra e nei pressi di essa. Bisogna scoperchiare questa reticenza con ammissioni chiare e ufficiali dei poteri costituiti terrestri . Questo, potrebbe anche avvenire presto. Gli Et di cui sappiamo. il contatto lo avrebbero gia’ fatto negli anni ’50! Ma poi si sono accorti che questo pianeta era tutto un groviglio di governi e ideologie in contrasto fra loro. Hanno deciso di aspettare tempi migliori. Ma non e’ lontano questo tempo!.Deve venire per forza!!! Per focus, puo’ servire solo per quelli che nulla sanno della questione ufo, meglio focus che niente!

    Mi piace

  4. Gli alieni come moralita non sono diversi da noi che cerchiamo pianeti per abitarlo e sono interessati alla diversità della vita come noi in amazzonia il che rarità nell,universo ,siamo un laboratorio per loro ,magari veniamo da una scimmia da loro modificata ,perche le altre scimmie non si sono evolute? Già ci governano indirettamente passando bassa tecnologia per loro ai nostri governi (in 100anni ne abbiamo fatta di strada )per loro siamo indigeni _ma tutto a il suo prezzo nessuno da niente per niente ,non prendere caramelle da uno sconosciuto _quante persone al mondo scompaiono?

    Mi piace

    • @Giovanni

      Hai parlato solo in negativo, tipico dei dei complottisti che vedono in nero tutto quanto! L’universo la’ fuori, non e’ un’ incubo ne’ tantomeno una minaccia imponderabile! riflettere!!!

      Mi piace

    • @Giovanni
      aggiunta: gli umani non discendono da scimmie manipolate! gli ominidi si sono evoluti da soli! le scimmie sono ancora qui’, che saltano da una pianta all’altra da milioni di anni e non si evolvono! Se guardi bene, le scimmie mangiano cose vegetali e non sono carnivore, ma gli umani si’!

      Mi piace

  5. @Loky

    Se foste dentro la questione ufo da anni, capireste di quali alieni stiamo parlarlando nel giro di 30 secondi! Forse lo diremo chi sono…forse! Ma non per ora!

    ____________________________________________________________
    @Faber

    Il fantomatico progetto Blue Beam, non e’ che fumo negli occhi per far passare gli alieni per quello che non sono!

    Mi piace

  6. NOTIZIE UFO DAL WEB.

    In quale lingua comunicheremmo con gli extraterrestri?

    Inviato da Antonio De Comite ⋅ 7 settembre 2016 ⋅ Lascia un commento
    Archiviato in Daniel Everett, extraterrestri, Karen Rice, Piraha

    L’idea di un possibile contatto con gli extraterrestri ha sempre suscitato l’immaginazione degli esseri umani. Ma nel caso in cui riuscissimo a contattarli, sorge una domanda basilare: come comunicheremo con gli alieni? Secondo la rivista ‘Live Science‘, i linguisti svolgeranno un ruolo essenziale nel processo di comunicazione con gli abitanti di altri pianeti.

    La sfida di comunicare o di apprendere un nuovo idioma si complica in modo significativo, se non esiste un linguaggio intermediario tra gli interlocutori, come accadrebbe nel caso degli extraterrestri. Tuttavia, Daniel Everett, un linguista della Bentley University, nel Massachusetts, ha dichiarato che ci sono scienziati che sono molto esperti in questo settore.

    Everett ha trascorso 30 anni in Amazzonia studiando la lingua dei Pirahã, parlata dagli abitanti di alcuni villaggi in Brasile. È una lingua isolata, senza connessione con nessun altro idioma attuale. Questo linguaggio è diventato famoso nel mondo scientifico per le sue caratteristiche uniche: nella lingua Pirahã mancano i numeri, i concetti di parentela, di tempo o di astrazione. Inoltre, gli abitanti che parlano la lingua Pirahã non conoscono e parlano altra lingua. “L’unico modo per imparare la loro lingua“, ha spiegato Everett, “è stato quello di mostrare a un Pirahã un oggetto – ad esempio un bastone o una pietra – e attendere il nome dell’oggetto nella loro lingua“, spiega Everett.

    Secondo Everett, i linguisti che hanno esperienza nel campo degli studi monolingui sono in grado di decifrare le caratteristiche di base di una lingua sconosciuta in una o due ore di interazione. Ma per capire meglio la lingua, quanto meno una idea di base su un vocabolario, viene richiesta la conoscenza della cultura, afferma Everett. “Sono presenti tutte le tipologie di interpretazioni culturali, in modo che qualsiasi conversazione senza un linguaggio intermediario risulti molto difficile“.

    Molti linguisti concordano con il fatto che tutti gli esseri umani hanno la capacità cognitiva di determinare le strutture linguistiche (basti pensare a un neonato che può imparare qualsiasi lingua). “L’unico ostacolo“, afferma Karen Rice, una linguista della Università di Toronto, Canada, “può verificarsi se le caratteristiche che riteniamo comuni per tutte le lingue – ubicate ad esempio nel tempo e nello spazio – sono drasticamente differenti e l’idioma umano non può commisurare un punto di partenza“.

    Un altro problema che potrebbe verificarsi nella comunicazione tra gli umani e gli extraterrestri, secondo Everett, è il modo di trasmettere il messaggio. “Gli esseri umani comunicano attraverso la vista, l’udito e il tatto“, spiega Everett, “sarà difficile immaginare un linguaggio che potrebbe essere percepito come un sapore, ma chi lo sa?“.

    Fonte (link)
    Share this:

    http://www.ufoedintorni.it

    Mi piace

  7. @PIEMME

    LA QUESTIONE E’ COMPLESSA E CI STIAMO DIETRO DA ANNI! LO FAREMO CON PIU’ TEMPO! La civilta’ terrestre, la societa di questo mondo e tutto il resto, non potranno reggere al confronto con una o piu’ civilta’ aliene che sono piu’ evolute e avanti di migliaia di anni. Ci sono troppe magagne su questo pianeta, magagne sociali, politiche,economiche,religiose, scientifiche e su cento altre cose, che sarebbe virtualmente impssibile mantenere lo status quo esistente di fronte ad un contatto alieno alal luce del sole. E’ questo il vero motivo della politica del silen zio sugli ufo e presenze aliene. I poteri costituiti, sapevano benissimo , fin dal principio, che questa presenze e la loro rivelazione farebbe cadere come un castello di carte tutta la logica del potere che vogliono mantenere a tutti i costi…fin che dura!, Con gli ET alla luce del sole, in confronto con loro sarebbe inevitabile e il cambiamento evolutivo irreversibile. Manterranno questa politica del silenzio finche riusciranno a farlo, ma gli eventi della storia seguono il loro corso e non potranno farci niente per impedirlo, possono solo ritardare. Il tempo degli Et verra’…e allora…!!! Centro Ricerche######

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...