IL BAMBINO FERITO SUL SEDILE ARANCIONE. ALTRA BRAVATA DEI “CASCHI BIANCHI”

dustboy-s
FONTE: MOONOFALABAMA

Questa foto sta facendo il giro su tutti i media “occidentali” insieme ad una storia lacrimevole di “attivisti” in un quartiere di Aleppo-est ocupata da al-Qaeda.

Un ragazzino, apparentemente ferito, sta tranquillamente seduto su una nuovissima ambulanza molto ben attrezzata. Ad un certo punto si tocca quella che sembra una ferita sulla tempia sinistra e non mostra nessuna reazione a quel suo tocco.

Il video di due minuti (anche qui), da cui è tratta la foto, mostra il ragazzo che viene consegnato al buio da una certa persona con una giacca di soccorso e portato nell’ ambulanza. Il bambino sta tranquillamente seduto senza nessuno che lo sorvegli, mentre persone diverse girano video e gli fanno delle foto. Una altro bambino, ovviamente non ferito, viene poi portato all’ambulanza.

Come la storia è stata raccontata:

Mahmoud Raslan, il fotoreporter che preso le immagini, ha detto all’Associated Press che gli addetti alle emergenze e giornalisti avevano cercato di aiutare il bambino, identificato come Omran Daqneesh, di 5 anni, insieme ai suoi genitori e i suoi tre fratelli, di 1, 6 e 11 anni.

“Abbiamo passato i bambini da un balcone all’altro”, ha detto Raslan, aggiungendo: “Abbiamo mandato subito i bambini più piccoli all’ambulanza, ma la ragazza di 11-anni è rimasta ad aspettare che fosse salvata anche la madre che era rimasta, con una caviglia rotta, sotto le macerie. ”

Da una ricerca su internet su “Mahmoud Raslan”, quello che sostiene essere il ” fotoreporter” , non risulta nessuna immagini o nessun video attribuito a quel nome.

Ci sono almeno 15 uomini in piedi intorno alla scena e nessuno fa niente ( in un sito “appena bombardato” ? in una zona di guerra? Nessuna paura di un’altra bomba ?) Almeno altri due uomini, oltre al videografo, riprendono immagini o video.

whvideos

Un altro bambino caricato su una ambulanza. Sullo sfondo c’è qualcuno con un “casco bianco” e una maglietta dei gruppi finanziati da U.S./UK .

Un uomo ferito si muove serso l’ ambulanza.

headwoundman-s

Come il ragazzo, anche l’uomo sembra avere una ferita nella parte alta della testa. Ma come il ragazzo non sta sanguinando affatto. Sul volto c’è una sostanza di colore rosso ma il sangue non cola. Una cosa sorprendente. Quando guidavo le ambulanze come primo-responsabile, le persone ferite alla testa sanguinavano sempre come maiali scannati (e spesso mi macchiavano la macchina che poi dovevo pulire io). Come si vede su WebMD notes:

Tagli minori sulla testa spesso sanguinano tanto perché il viso e il cuoio capelluto hanno molti vasi sanguigni vicino alla superficie della pelle. Anche se un sanguinamento così forte mette paura, molte volte l’infortunio non è grave …
La quantità di sostanza di colore rosso sul ragazzo e sull’uomo non corrispondono alla quantità che ci si aspetta debba uscire anche da una piccola ferita alla testa e nemmeno ci sono bende o qualcos’altro che possa fermare il sanguinamento di una vera ferita alla testa.

Confrontate l’immagine sopra con questa recente immagine di un ragazzo della zona ovest di Aleppo. (Nessun media “western” ha mostrato questo ragazzo e la sua sofferenza. Non è uno che sta dalla “parte nostra”.) Il ragazzo è stato colpito alla testa da un missile arrangiato di al-Qaeda e dei suoi alleati che è stato sparato nel suo quartiere. Ora il ragazzo è stato curato e l’emorragia si è fermata. La quantità di sangue che copre il suo corpo e nella quale sono immersi i sui vestiti e molto maggiore di quello che mostrano le immagini sopra. Il sangue si è anche mescolato con lo sporco del suo viso, che non è stato dipinto. Questo ragazzino somiglia a quei pazienti che portavo nella mia ambulanza. Questo si, che sembra vero.

headwound
Tutte le caratteristiche della scena e del video con il “ragazzo sul sedile arancione” sono le stesse che si possono trovare in decine di video dei “Caschi Bianchi”. E’ sempre lo stesso tema che si ripete più e più volte nella nostra collezione di immagini su Drammatico Salvataggio ! Un uomo corre verso la telecamera con un bambino!.

Sono propenso a credere che il video qui sopra sia stato girato come gli altri video e immagini dei “Caschi Bianchi”. L’aspetto della ferita del ragazzo è un po più realistico del solito, ma la mancanza di sangue, del fatto che nessuno si occupi di lui e la sua non-reazione al toccarsi il “ferita” oltre all’impostazione generale del video, mi fa credere che sia tutta una scena.

Questo nuovo elemento di propaganda distribuito ampiamente arriva in un momento in cui al-Qaeda e i suoi alleati in Siria sono in difficoltà. L’aviazione russa li sta colpendo nelle retrovie del loro attacco ad Aleppo-ovest e questo fa molto male. Un “cessate il fuoco umanitario”, che può quindi servire per riorganizzare e per ri ricevere fornimenti, è urgente. La propaganda aiuta a far aumentare la pressione di questa richiesta.

Qualcuno dei loro sponsor vuol far nominare i “caschi bianchi” per il Premio Nobel per la Pace. L’organizzazione e le sue lobbie si sono subito messe all’opera sui siti web. Qualcun altro ha mai fatto qualcosa del genere?

whitenobel-s

Ma non hanno nessuna vergogna a chiedere di farsi dare un premio? Se lo meritano forse per l’ultima versione della loro immagine del brand aziendale : “Drammatico salvataggio! Uomo con Bambino corre verso la telecamera!”. Chiedere un Nobel proprio dopo aver prodotto un’altra scena di messinscena?

Ma perchè no? Obama non era altro che un prodotto di marketing quando gli fu consegnato il Nobel per la pace. Poi ha bombardato, riducendoli in polvere, sette differenti paesi musulmani. E allora non c’è veramente nessuna buona ragione per non dare quel premio a un altro strumento di propaganda, che vuole ancora più guerra.

Forse mi ripeto, ma troverei più appropriata una nomination per gli Academy Awards, forse nella categoria “I migliori Falsi in commercio”,.

Fonte: http://www.moonofalabama.org/

Link: http://www.moonofalabama.org/2016/08/the-wounded-boy-in-orange-seat-another-staged-white-helmets-stunt.html#more

18.08.2016

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

2 pensieri su “IL BAMBINO FERITO SUL SEDILE ARANCIONE. ALTRA BRAVATA DEI “CASCHI BIANCHI”

  1. Pingback: IL BAMBINO FERITO SUL SEDILE ARANCIONE. ALTRA BRAVATA DEI “CASCHI BIANCHI” – giobarblog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...