La vendetta del “turco”: schiaffo a Washington, la Turchia si rivolge a Mosca per un aiuto

incontro Erdogan PutinQuesto fattore influenzerà le relazioni turco-siriane, le relazioni turco-cinesi, le relazioni turco-russe e influirà nelle relazioni turco-iraniane. Questo avvenimento cambierà il mondo. ”

— Yunus Soner, Vice presidente del Partito patriottico turco

“Sta diventando chiaro che il tentativo di golpe non fosse solo il lavoro di una piccola cricca di ufficiali insoddisfatti all’interno delle forze armate, ma piuttosto il prodotto di una vasta cospirazione, in progetto da decenni, per prendere in consegna lo stato turco che avrebbe potuto benissimo aver successo”.

— Patrick Cockburn (Counter Punch)

— “Counterpunch” — Il 9 agosto, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si è incontrato con il presidente russo Vladimir Putin a San Pietroburgo I due leader hanno discusso degli sviluppi politici a seguito del recente tentativo di colpo di stato- in Turchia, oggetto dei colloqui, ufficialmente il turismo e il lancio di Turkstream: il gasdotto che trasformerà la Turchia nel più grande hub energetico del sud dell’Europa. I due statisti si sono inoltre dedicati  a esplorare le opzioni per porre fine ai combattimenti in Siria.  Putin ha insistito Perché Erdogan facesse uno sforzo concertato per fermare i militanti islamici che attraversano avanti e indietro il confine dalla Turchia in Siria, mentre Erdogan ha chiesto  a Putin di fare tutto quanto in suo potere per impedire l’emergere di uno stato curdo indipendente sul confine meridionale della Turchia.

L’incontro si è concluso con i sorrisi e le strette di mano tipiche, accompagnate da una dichiarazione congiunta secondo cui si impegnano a lavorare insieme in pace per risolvere i problemi regionali e per porre fine alla guerra per procura che ha lasciato la Siria a brandelli.

La riunione potrebbe sembrare un altro atto di pubbliche relazioni, quasi una farsa priva di qualsiasi significato più ampio, ma non è assolutamente così.  Il fatto è che la normalizzazione delle relazioni tra la Russia e la Turchia potrà prefigurare un cambiamento geopolitico più grande che collegherà Ankara a Teheran, a Damasco e ad altri alleati russi in tutta l’Eurasia. L’alleanza avrà l’effetto di altererare la scacchiera globale in modo da mettere in questione il piano imperiale degli USA, per controllare il flusso di energia dal Qatar verso l’Europa, per ridisegnare la mappa del Medio Oriente e del suo perno in Asia.

Questa strategia di Washington sarà o decimata o dovrà subire una grave battuta d’arresto.  Le ragioni di questo dovrebbero essere abbastanza ovvie  a chiunque possa leggere una mappa geografica.

La posizione della Turchia rende questa uno stato indispensabile, il ponte terrestre che collega la ricchezza e la modernità della UE con le vaste risorse e la crescente popolazione dell’Asia. Quel pezzo di collegamento vitale del puzzle geopolitico sta gradualmente scivolando fuori dall’orbita di Washington e in territorio nemico. E’ probabile che il colpo di stato del 15 luglio sarà l’ultimo chiodo nella bara del NWO.

Leggi art. completo: it.sputniknews

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...